La bottega dei sogni: leggere a voce alta senza mai smettere di sognare

Oggi voglio presentarvi 5 amiche lettrici. Insieme hanno creato "La Bottega dei Sogni". Una di loro, Cinzia, è anche una nostra guida. Qui ci racconta come è nata la loro bottega, cosa fanno, cosa leggono... Un esempio da seguire per tutte noi lettori sognatori! 
Buona lettura,
Ana


Com'è nata la passione della lettura ai bambini'?

Insegno da 25 anni nella Scuola dell’infanzia, i libri sono i principali protagonisti delle attività proposte ai bambini. Circa 15 anni fa ho partecipato ad un corso di aggiornamento a Sarmede con Octavia Monaco da li è iniziato tutto:

  • Il desiderio di conoscere sempre più libri di illustrazione per l’infanzia;
  • E’ iniziata la” mia collezione” di albi illustrati (ne possiedo circa 1000/1200);
  • E’ iniziata la passione di leggere ad alta voce……….
  • Ho organizzato la biblioteca Scolastica nella mia scuola che continuo a curare;
  • La mia formazione è continua……;
Non si possono privare i bambini di tante meraviglie, ogni libro è un dono da farsi e da regalare , riuscire a dare parola ai libri è straordinariamente GRANDE!

Come vi siete incontrate?
Con le mie compagne di letture ci siamo conosciute e avvicinate grazie  ad un corso di lettura ad alta voce nel 2005 organizzato a Spresiano dalla nostra biblioteca , il  corso prevedeva la formazione di lettori volontari che prestassero in seguito il loro tempo a leggere ai bambini, così è stato da allora quasi mensilmente leggiamo ai bambini della nostra biblioteca e partecipiamo a eventi in tema nel territorio(Mostra del Libro, Letture Al Parco,ecc.) 

Quando è scattata la scintilla che vi ha fatto dare la luce e creare l'associazione "La bottega dei sogni"?
Il corso ha formato molte persone ma alla fine siamo rimaste noi: Cinzia Gabriel, AnnaMaria Toma, Roberta Garetto, Roberta Pasqualato, Giuliana Dal Cin, Valentina Sosero.  Non siamo in molte ma riusciamo comunque a garantire gli appuntamenti previsti. L’idea di diventare associazione per identificarci nel territorio, e non rimanere solo le volontarie della biblioteca si è concretizzata l’8 agosto 2008.      La nostra associazione “la Bottega dei Sogni”, ha lo scopo  di promuovere la lettura ad alta voce, di portare la nostra passione per i libri a tutti.

Da dove arriva il nome?
 Il nome. Le idee erano tante ma alla fine hanno vinto i Sogni: i nostri e quelli che cerchiamo di raccontare a chi ci ascolta.

Come, quando, dove? 
Con l’associazione ci incontriamo mensilmente per organizzare le letture previste, leggiamo una volta al mese per ogni fascia d’età. Un sabato mattina al mese per l’Infanzia (3-6 anni) un pomeriggio al mese per le letture alla Primaria. Nei nostri incontri definiamo i temi per le letture e le modalità.

Il libro con cui vi siete più divertite?
Le occasioni per divertirsi leggendo ai bambini non sono mancate, abbiamo fatto delle letture in lingua con il GRUFFALO’ in due lingue (italiano-inglese), il TARARì TARARERA. Non sono mancate nemmeno le interpretazioni di CHI ME L’HA FATTA IN TESTA,IL MOSTRO PELOSO, ecc.  
Abbiamo molte volte realizzato dei laboratori e delle attività per rielaborare le storie dei nostri libri.

Il vostro MUST per ogni fascia di età?
Infanzia: CHI ME L’HA FATTA IN TESTA/ A CACCIA DELL’ORSO/SONO IO IL PIU’ FORTE/ 
Primaria primo ciclo: IL MOSTRO PELOSO/ L’INCREDIBILE STORIA DI LAVINIA
Primaria secondo ciclo: LA MAGICA MEDICINA/ANNA DEI TETTI VERDI

Cosa vi hanno insegnato i bambini?
Che ogni libro ha qualcosa da raccontare ad ognuno, che se mettiamo passione in quello che facciamo la passione si trasmette e viene ripagata. I genitori portano i bambini in biblioteca ad ascoltare le storie, ma a lungo andare sono i bambini che riportano le famiglie.  


Avete convinto i genitori della importanza di leggere? Tornano? Vi chiedono consigli?
Abbiamo notato che molto spesso chi partecipa alle nostre letture ha una familiarità con i libri. La missione è riuscita quando i nostri piccoli spettatori tornano a casa con i libri da noi letti. I consigli a volte ci vengono chiesti dai genitori, molto spesso cercano libri “ricette” per risolvere alcuni problemi, peccato che non sempre questo sia possibile o che sempre funzioni.

Il libro più difficile da leggere e perché?
I libri più difficili da leggere solitamente sono quelli “imposti”  ognuna di noi legge quello che vuole, quello che sente più suo, può capitare di leggere dei libri che non piacciono e in alcuni casi il risultato non è positivo.

Come scegliete cosa leggere? 
I temi li scegliamo insieme , facciamo una ricerca in biblioteca e una volta raccolto il materiale cerchiamo di “studiarlo” per poi proporlo ai bambini.

e Leggere insieme ancora..... cosa significa per voi?
Il gruppo LIA è arrivato al momento giusto perché per l’associazione mancava il tempo per parlare e discutere di libri. Abbiamo da questo mese deciso di proporre i temi del gruppo LIA alle letture. Perciò si comincia con le Emozioni………………














Nessun commento:

Posta un commento