Librar Villafranca

Questo weekend a Villafranca di Verona abbiamo partecipato a Librar Villafranca, un Festival letterario che per 3 giorni dedica alla lettura dei tempi e degli spazi a lungo desiderati nella nostra città. 


L'immagine può contenere: cielo, nuvola e testo

Siamo fiere ed orgogliose di aver partecipato, nel nostro piccolo, donando la nostra voce e portando i nostri libri ai bambini. Ci auguriamo, anzi, sappiamo, che è solo l'inizio di una lunga avventura con protagonisti proprio loro: i nostri bambini con un libro tra le mani. 

Leggere a voce alta per i bambini è un privilegio. Stare con i bambini è un onore. Vedere i loro visi illuminati davanti a un libro è un dono. Un dono che arriva attraverso le meravigliose pagine degli albi illustrati. Attraverso immagini e parole. attraverso il loro dialogo. Lo stupore, il più delle volte, è il nostro. Stupore di fronte alle loro risposte, alle loro inimmaginabili e inaspettate coccole. La magia che vediamo riflessa anche nei volti di chi si siede dietro, non per terra ma sulle sedie. Le mamme e i papà, le nonne e i nonni, le maestre che ascoltando le storie e, vedendo i loro bambini, tornano un po' bambini anche loro. 

Non sempre succede, ma ieri questa magia era dappertutto. Nella polverina magica che Stefania ha donato a piccoli e grandi. Nella voce di Katia, costretta suo malgrado a cantare per colpa di (o dovrei dire grazie a?) un libro. Nello stretching di Luisa che, nonostante il piano perfetto non è riuscita a prendere l'uccellino.... (ma SHH! Non diteglielo. Ha ancora un piano per degli scoiattoli, mi sembra.) Nei piedini di Vicky che coccolavano Stefania mentre leggeva. Nell'astronauta urlato a gran voce dalle sedie nella lettura di "Telefono senza fili". Nel gioco improvvisato del telefono senza fili, appunto... perché loro lo hanno chiesto e noi abbiamo giocato. Nell'urlare sempre più forte "caccapupù!" e si! Finalmente posso dire cacca senza vergogna!!! Eppure fare una pernacchia. Nel russare di Tina, egregiamente letto da Lucia (si, mia figlia, ma è stata così brava che lo posso anche scrivere. Facciamo scintille come copia lettrice e ne vado immensamente fiera!). Nella foto delle scarpe che pazienti aspettano i loro padroni lettori (grazie Irene per ala meravigliosa foto). Nelle risate, nelle corse, nelle canzoni, negli indovinelli. Nel tempo lento e disteso per voi che a fine lettura avete guardato i vostri libri con calma, senza che nessuno vi dicesse che era tardi e bisognava andare. E avete chiesto... quando ci vediamo ancora?! Nel tempo per i grandi di fare due chiacchiere sui libri e sulla lettura e sulla vita...

Perché leggere è bello. Leggere è divertente. Leggere ci fa scoprire mondi. Ci serve. Ci illumina. Ci da la carica. 

E di questo siamo grate. A presto! 
Luisa, Katia, Stefania, Ana e Lucia. 

Vogliamo ringraziare l'Amministrazione Comunale per la fiducia e per il grande lavoro che in poco tempo hanno fatto per portare questa manifestazione a Villafranca. In particolare un grazie di cuore a Claudia Barbera, Luca Zamperini e Anna Lisa Tiberio per credere nel potere dei libri e dei bambini. 

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio al chiuso

Nessun commento:

Posta un commento